CORONA VIRUS: CI DOBBIAMO PREOCCUPARE?
  • Notizia
In questi giorni si stanno susseguendo molte news ed informazioni sul Corona Virus. La questione non è semplice ma molto facile è cadere vittima di paure ed allarmismo.
mouth-guard-4801623_640.jpg

Vediamo di fare un po' di chiarezza:

MODALITA' DI TRASMISSIONE
Il nuovo coronavirus CoV può essere trasmesso da persona a persona, di solito, dopo un contatto stretto con paziente infetto.
Essendo una nuovo ceppo di coronavirus, ancora non esiste un vaccino o un trattamento specifico per la malattia causata, comunque la terapia di supporto può essere molto efficace.

Per contatto stretto l'Organizzazione Mondiale della Sanità intende:

- Esposizione dovuta ad assistenza sanitaria, compresa assistenza diretta a pazienti affetti da coronavirus.
- Lavorare con operatori sanitari infettati da coronavirus, visitare pazienti o permanere nello stesso ambiente di un paziente con coronavirus.
Lavorare a stretto contatto o condividere la stessa classe con un paziente con coronavirus.
Viaggiare con un paziente con coronavirus, con qualsiasi mezzo di trasporto.
- Vivere nella stessa casa di un paziente con coronavirus.
Il collegamento epidemiologico può essere avvenuto entro un periodo di 14 giorni prima o dopo la manifestazione della malattia nel caso in esame.

RACCOMANDAZIONI PER RIDURRE ESPOSIZIONE E CONTAGIO
1. Lavare accuratamente le mani con detergente per almeno 20 secondi
2. Mantenimento dell’igiene delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l'uso e lavare le mani)
3. Pratiche alimentari sicure (evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate)
4. Evitare il contatto ravvicinato, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti
5. Posticipare viaggi nelle aree colpite non strettamente necessari (aree a rischio della Cina: consultabili nel sito dell'OMS)

IN CASO DI COMPARSA DI SINTOMI
non allarmarsi: potrebbe essere la normale influenza! Rivolgetevi al vostro Medico di Base come sempre.

SE siete tornati da viaggi all'estero e/o siete stati in contatto con VIAGGIATORI di ritorno dalle aree a rischio e se si dovessero presentare sintomi respiratori come febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie nelle due settimane successive al ritorno da aree a rischio (a scopo precauzionale):
- contattare il numero telefonico gratuito del Ministero della Salute 1500
- indossare una maschera chirurgica se si è in contatto con altre persone
- utilizzare fazzoletti usa e getta e lavarsi le mani regolarmente.

Per altre informazioni consultare il sito www.salute.gov.it/nuovocoronavirus che il Ministero della Salute ha realizzato appositamente oppure contattare il numero di pubblica utilità 1500.