BONUS CASA 2020
  • Notizia
La pubblicazione in Gazzetta della Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di Bilancio per il 2020) ha confermato anche per il 2020 molti dei benefici fiscali previsti per i possessori di immobili, i cosiddetti Bonus Casa
energy-efficiency-154006_640.png

La Legge di Bilancio per il 2020 ha esteso fino al 31 dicembre 2020, le detrazioni fiscali previste per:
- le ristrutturazioni edilizie
- l'acquisto di mobili per arredare l'immobile oggetto di ristrutturazione (bonus mobili)
- la riqualificazione energetica (ecobonus)

Alcune di queste detrazioni fiscali (ecobonus) che oscillano tra il 50% e 85%, possono essere utilizzate anche dalle aziende che eseguono opere volte ad un risparmio energetico nei fabbricati strumentali alle attività.
Tra gli interventi principali di riqualificazione energetica ricordiamo:
- riqualificazione energetica di edifici esistenti volti a conseguire un risparmio del fabbisogno di energia primaria (limite 100.000 euro);
- interventi sull’involucro degli edifici (limite 60.000 euro);
- installazione di pannelli solari (limite 60.000 euro);
- sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale (limite 30.000 euro);
- acquisto e posa in opera delle schermature solari (limite 60.000 euro);
- acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (limite 30.000 euro);
- acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda, di climatizzazione delle unità abitative;
- acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti;
- sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione;
- acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione.

L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) distribuite in 10 anni.

Maggiori informazioni saranno disponibili con le linee guida che l'Agenzia dell'Entrate ogni anno mette a disposizione nei primi mesi dell'anno.